Non legalizziamo la morte!

Per chiudere qualunque discussione circa l’inopportunità di introdurre per legge il cosiddetto “testamento biologico” basterebbe il caso recentemente accaduto ad un’anziana signora olandese che ha avuto la malaugurata idea di lasciare per iscritto l’autorizzazione ad essere “uccisa dolcemente”, quando in realtà l’ipotesi di morire si profilava lontano all’orizzonte. Era sana, perfettamente capace d’intendere e di […]

Approfondisci