Il Real Madrid vende la Croce!

Il Real Madrid vende la Croce! Ci sono a volte piccoli episodi dotati, però, di un alto valore simbolico. Uno di questi lo racconta Giulia Zonca nel suo articolo pubblicato su “La Stampa” e intitolato: Il Real Madrid perde la croce per vendere agli arabi. La giornalista spiega di cosa si tratti: «Il mercato globale […]

Approfondisci

Grazie Padre Livio!

Grazie Padre Livio! Che noi viviamo in una dittatura è oramai un dato di fatto incontestabile. Si tratta di quella mefistofelica «dittatura del Pensiero Unico», che Papa Francesco continua coraggiosamente a denunciare a voce alta. A furia di farlo, qualcuno si sta piano piano accorgendo che forse il Papa qualche ragione per agitarsi ce l’ha […]

Approfondisci

Trump pro-life

Trump pro-life Tutto si può dire di Donald Trump, tranne che non sia stato chiaro in campagna elettorale. Il suo pensiero su vita e aborto, per esempio, lo ha spiegato senza mezzi termini in una lettera aperta intitolata “My vision for a culture of life” pubblicata un anno fa – il 23 gennaio 2016 – […]

Approfondisci

Trump il politicamente scorretto

Trump il politicamente scorretto Ho ascoltato attentamente l’inauguration speech del nuovo Presidente degli Stati Uniti Donald Trump. Sono cinque, in particolare, gli aspetti che mi hanno colpito e che ritengo possano rappresentare la svolta epocale della nuova Amministrazione americana. Una vera e propria rottura rispetto al potere che fino ad oggi ha dominato a Washington. […]

Approfondisci

I nuovi maccartisti della lobby gay

I nuovi maccartisti della lobby gay E’ iniziata la caccia all’omofobo. Il bersaglio si è ora spostato sulla coraggiosa dottoressa Silvana De Mari. Con la bava alla bocca le fameliche Erinni della lobby LGBT reclamano vendetta e provvedimenti esemplari. Sia radiata dall’Albo dei Medici, urlano furiose. Non è piaciuta in particolare l’ultima intervista rilasciata al […]

Approfondisci

Brexit! Avanti Tutta!

Brexit! Avanti Tutta!   Ve le ricordate le Cassandre della Brexit? In prima fila a paventare scenari apocalittici in caso di vittoria del “leave” c’era il Fondo Monetario Internazionale. Recessione, crollo della borsa, Pil in picchiata, e via terrorizzando. Tutto funzionale, ovviamente, al progetto politico dei poteri forti che spingevano per il mantenimento della Gran […]

Approfondisci